fbpx

torna a News

Durante la stagione estiva accade frequentemente di notare una copiosa perdita di capelli.


Un fenomeno che riguarda sia uomini che donne, che in realtà è del tutto naturale e fisiologico.

Cause

Le alte temperature registrate in estate, soprattutto nelle città più afose, vanno ad alterare l’equilibrio della cute che, aumentando la sudorazione, crea le condizioni favorevoli al proliferarsi di batteri e all’azione di agenti esterni che possono scatenare infezioni oltre ad un indebolimento dei capelli, che di conseguenza tenderanno a cadere.
E’ proprio in questo periodo che, infatti, si manifesta un’eccessiva secchezza del capello che tenderà quindi a sfibrarsi.
Si stima che durante l’estate ci sia un incremento di caduta di capelli del 30% in più rispetto a quello invernale.
Un aumento decisamente preoccupante se già si soffre di questo disturbo.

Cosa Fare

Vediamo dunque cosa è bene fare per contrastare questo fenomeno e per prevenire, quindi, l’insorgere di problematiche più serie e dannose.
Si tratta di semplici regole da seguire per aiutare la cute a ripristinare quell’equilibrio che è indice di una chioma robusta e in salute.

Occorre lavare i capelli con maggiore frequenza per mantenere la cute sempre idratata, avendo però l’accortezza di usare prodotti delicati e soluzioni idratanti come balsami, purchè dermatologicamente testati e anallergici.
Evitare l’esposizione prolungata e diretta al sole. Abbiamo detto prima quanto il sudore può danneggiare il cuoio capelluto, quindi sarebbe bene coprire il capo con indumenti freschi, che consentano comunque una corretta traspirazione che permetta alla chioma di “respirare”.
Anche il cloro presente nelle piscine può contribuire a favorire la caduta dei capelli, pertanto consigliamo sempre l’uso delle apposite cuffie per fare il bagno.

Ovviamente per mantenere alto il livello di idratazione del nostro corpo e quindi anche dei capelli è sempre opportuno ricordare di bere molta acqua. E’ importantissimo quando fa caldo bere anche se non si avverte lo stimolo della sete: dobbiamo costantemente aiutare il nostro fisico a recuperare quanto perso durante le normali attività giornaliere.
Da evitare l’uso di alcolici in quanto appesantiscono ed irritano, aumentando peraltro la sudorazione.

Per quanto riguarda l’alimentazione, sono da evitare i cibi grassi, come le fritture ad esempio, optando per una dieta a base di frutta e verdura ricca di fibre e vitamine, essenziali per una capigliatura forte e sana (per saperne di più puoi leggere i precedenti articoli “Alimenti che fanno bene ai capelli” e “Vitamine & Capelli”).

Per agevolare e mantenere idratato il cuoio capelluto si può ricorrere anche all’uso di oli vegetali che andranno massaggiati delicatamente, andando a stimolare in tal modo anche il microcircolo cutaneo.
Il processo di caduta dei capelli, se molto acuto, può essere contrastato anche facendo uso di integratori alimentari preferendo quelli a base di vitamine del gruppo B ed E, ricchi di sali minerali come rame, ferro e zinco, che fungeranno da acceleratori nella successiva fase di ricrescita dei capelli.

Impariamo a prenderci cura dei nostri preziosi capelli con queste piccole accortezze che durante i periodi più torridi scongiureranno l’insorgere di infezioni al cuoio capelluto, in presenza delle quali è sempre opportuno rivolgersi ad un medico tricologo che, individuato l’agente infettivo attraverso specifici esami, sarà in grado di prescrivere la cura più adatta prima che la situazione si complichi ulteriormente.

Dove
Siamo

La Nostra Sede:

Viale Libia, 38 - 00199 Roma

Tel. (+39) 06 86.21.00.64
Fax (+39) 06 86.20.67.20
Emergenze: (+39) 392 48.99.087

Mail: info@tricostarc.it